100 anni di fincantieri a Monfalcone

Dopo la visita di Veltroni della scorsa settimana oggi ai cantieri monfalconesi – che quest’anno compiono cent’anni (come Pavese e il manicomio di Trieste non so che c’entra però…) – c’era il giovane capo dello stato Napolitano (napolitano più napolitano meno non cambia granché a Monfalcone…) con la sua scorta (scorta di cosa resta da capire certo è che è tutto il giorno che sul ridente capoluogo bisiaco ronzano elicotteri oltre alle consuete zanzare).

Dopo aver reso omaggio agli operai morti per mano nazifascista con il piombo e per mano dei padroni con l’amianto (tanto ‘sto omaggio non cambierà nulla…) ma poi aver auspicato la parziale privatizzazione di fincantieri nonostante l’attivo… (il che nei fatti significherà presumibilmente licenziamenti… agli operai si rende omaggio solo da morti insomma…) e ad aver visitato gli impianti il Presidente (guardone quindi?) si è fermato a desinare e presumibilmente ad orinare sulla nuova nave in costruzione….

 

Parebbe che dopo si sia diretto verso Trieste per incontrare il dottor Gigetto…

3 thoughts on “100 anni di fincantieri a Monfalcone

  1. Le agenzie riportano la notizia dell’incontro tra Napolitano e l’ippopotamo Bombo teso a calmierare il prezzo della rivista della Pimpa. In tarda serata si pronuncieranno i sindacati…

  2. COME OSI CRITICARE IL BUON NAPULITANER DISGRAZIATO!

    MERITERESTI CHE LE TUE PALLE DIVENTINO DUE ANGURIE POI VEDIAMO SE CON LA ROTTURA DI BALLE DI DOVER TRASCINARTI IN GIRO 2 COCOMERI AVRAI ANCORA TANTA VOGLIA DI INSULTARE IL NOSTRO AMATO E ADORATO PRESIDENTE

    NAPOLITANO ODIA IL PUPAZZO DI BOMBO, PREFERISCE I POWER RANGERS

Comments are closed.