UN BEL DISCORSO

 

Ceghe scrive:

meeting partigiano

Francesco scrive:

piantapatate i partigiani

Ceghe scrive:

pelapatate

Francesco scrive:

a tradimento

Ceghe scrive:

nel tagliamento

Francesco scrive:

con la merda tutta dentro

Ceghe scrive:

mescolata al rododendro

Francesco scrive:

e cona la cicoria nel naso

Ceghe scrive:

e una carota nel cul

Francesco scrive:

o un peperonata

Ceghe scrive:

o una gamba di sedano

Francesco scrive:

o una gamba

Ceghe scrive:

o un piede di porco

Francesco scrive:

meglio ke un porco intero

Ceghe scrive:

e del maiale non si butta via niente

Francesco scrive:

invece si

Ceghe scrive:

noooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

Francesco scrive:

ma siii

8 thoughts on “

  1. mi alcolizzo abbastanza senza che tu mi inciti a farlo.

    comunque ero sobrio

    checco non so

  2. ORRORE IN CONGO

    Francescano linciato dalla folla

    Ucciso per aver travolto una bimba

    Roma, 12 settembre 2005 – Un missionario francescano, padre Angelo Redaelli, è stato ucciso in seguito ad una aggressione subìta dopo aver investito con un’auto una bambina di 3 anni in un villaggio della diocesi di Owando.

    E’ quanto riferisce l’agenzia dei missionari Misna, precisando che l’omicidio è avvenuto questa mattina a circa 500 chilometri a nord della capitale del Congo-Brazzaville. Secondo l’agenzia missionaria, una persona sarebbe stata fermata per l’omicidio e sarebbe stato trasferito nella capitale congolese in elicottero insieme alla salma della vittima.

    Secondo quanto ricostruito il missionario si trovava alla guida di un fuoristrada con a bordo nove persone, quando ha investito una bambina di tre anni, uccidendola sul colpo. I religiosi sono scesi dall’auto per prestare immediatamente soccorso alla vittima ma gli abitanti del luogo, tra cui familiari e parenti della bambina, hanno reagito violentemente e hanno ucciso il sacerdote a colpi di machete.

    Padre Gianfranco Pinto Ostuni, portavoce dell’Ordine dei Francescani minori, ha riferito dell’accaduto, precisando che il sacerdote, 40 anni, era originario della provincia di Varese e si trovava in missione in Congo-Brazzaville dal settembre 2003.

    Nato il 19 maggio 1965 a Tradate, in provincia di Varese, fra’ Angelo Redaelli apparteneva alla provincia lombarda di San Carlo Borromeo. Nel 1992 aveva fatto la professione dei voti e nel 1995 era stato ordinato sacerdote. Era laureato in teologia morale ed era stato cappellano presso gli ‘Ospedali Civili’ di Brescia.

  3. io non sono mai molto lucido per cui probabilmente non lo ero…

    linciamo i salesiani del bearzi

  4. Da “l’unità”

    Medico di famiglia. «Strutturalmente la persona è uomo o donna. Se si svilisce la stima nei confronti della famiglia, alla lunga – nemmeno troppo – si hanno contraccolpi sui coniugi e soprattutto sui figli. Il matrimonio non è una istituzione da combinare a piacimento. Molti omosessuali possono essere curati».

    Monsignor Maggiolini, vescovo di Como, Libero, 15 settembre

  5. il nostro beneamato calderoli ha detto l’altro ieri che al parlamento europeo son tutti pedofili! e anche (l’altra settimana) che le coppie di fatto sono contro natura! ewwiwa rudolph hess!

    gigetto hess

Comments are closed.