Flying Spaghetti Monster, ultima follia della Rete

Quando il sonno della ragione genera mostri

Tutto nasce dalla provocazione di un giovane americano dopo la decisione della commissione pubblica istruzione del Kansas di insegnare nelle classi di scienze, insieme alla teoria dell’evoluzione, quella del “disegno intelligente”, secondo la quale la complessita’ dell’universo e’ tale da rivelare la presenza della mano di un Creatore

Flying Spaghetti Monster, ultima follia della Rete

 

Il sonno della ragione genera mostri. Lo conferma l’ultima follia della rete, il “culto” del Flying Spaghetti Monster, la risposta di un venticinquenne laureato in fisica alla decisione della commissione pubblica istruzione dello stato del Kansas di insegnare nelle classi di scienze, insieme alla teoria dell’evoluzione, anche quella del “disegno intelligente”, secondo la quale la complessita’ dell’universo e’ tale da rivelare la presenza della mano di un Creatore.

 

Bobby Henderson non se l’e’ fatto dire due volte e a giugno ha indirizzato una lettera aperta alla commissione del Kansas (sul suo sito www.venganza.org) sostenendo che in tal caso anche alla sua “religione” va concesso, su un piano di parita’, l’insegnamento scolastico: minaccia in caso contrario di adire le vie legali. La provocazione sarebbe rimasta fine a se stessa, se non fosse entrata in azione la fenomenale cassa di risonanza dei blog: nelle ultime due settimane il “caso” del Mostro Volante Fatto di Spaghetti e’ esploso, e digitando “Flying Spaghetti Monster” sul piu’ diffuso motore di ricerca “vengono su” 739mila risultati (che si moltiplicano a vista d’occhio).

 

Il Flying Spaghetti Monster, come dice il nome, e’ una matassa di pasta biancastra, con due polpette incastrate ai lati e due occhietti sporgenti da alieno (su Internet circolano una Creazione di Adamo “taroccata” dalla Cappella Sistina, col mostro al posto del Creatore, e un'”Ultima cena” di Leonardo dello stesso genere). Bobby Henderson lo ha inventato per puntare il dito, in modo paradossale, contro la decisione delle autorita’ scolastiche del Kansas, che e’ ancora preliminare e dovra’ essere sancita in una riunione in programma l’11 e 12 ottobre nella citta’ di Lawrence. Per quei giorni alcuni adepti del “culto” (che hanno bombardato con migliaia di fax ed e-mail i membri della commissione, agli indirizzi forniti da Bobby nel suo sito) si ripropongono di mettere in atto un “esodo di massa” a Lawrence, per far sentire la loro voce.

 

Del nuovo “fenomeno Internet”, come lo chiama l’enciclopedia on line Wikipedia, hanno scritto il “Guardian”, “Der Spiegel” (che titola “Mein Gott, ein Nudelmonster!”), il “New York Times”: la satira e’ sguaiata (gli adepti della pseudo-religione si chiamano Pastafarian come i Rasta giamaicani, si salutano con un “ramen”, che ricorda “amen” ma e’ anche il nome degli spaghetti cinesi, si suddividono in “chiese” scismatiche denominate Penne rigate, Capelli d’angelo, Ziti, Tortellini, si lasciano post in cui raccontano con accenti mistici di essere stati toccati “dalle Sue appendici filamentose” e via sghignazzando) ma la questione e’ reale.

 

Anche ammettendo che Henderson sia spinto da un “interesse privato” (nel suo sito vende magliette e oggetti vari con il logo della religione di sua invenzione e confessa candidamente che sta cercando con ogni mezzo di sottrarsi a un destino di programmatore di slot machines a Las Vegas), la polemica creazionismo/evoluzionismo divampa ben al di la’ della burla: oltre al Kansas, anche Ohio, Texas, Missouri, South Carolina, Wisconsin, Mississippi sono stati teatro di roventi battaglie politiche e di ricorsi in tribunale per escludere il darwinismo dai programmi scolastici. Riusciranno i Gabibbi del Mostro Volante Fatto di Spaghetti a dimostrare che mettere sullo stesso piano scienza e fede e’ un controsenso?

Fonte: http://www.rai.it/news/articolonews/0,9217,117724,00.html

8 thoughts on “Flying Spaghetti Monster, ultima follia della Rete

  1. Gigino Gigetto

    Gigino Gigetto

    stanno sul tetto

    vola Gigino

    vola Gigetto

    torna Gigino

    torna Gigetto.

Comments are closed.