AMIANTO: IL PG DI TRIESTE VUOLE INDAGARE SULLA MORTE DEGLI OPERAI GORIZIANI

 

Il Procuratore Generale della repubblica presso la Corte d’Appello di Trieste, Beniamino Deidda, ha avocato le indagini relative alle morti di operai esposti all’amianto alla Fincantieri di Monfalcone (Gorizia). La decisione – si è appreso oggi – è stata presa di fronte all’inerzia della Procura di Gorizia nell’affrontare le inchieste sulle "morti bianche" per mesotelioma pleurico ai cantieri navali, con decine di fascicoli mai giunti a dibattimento o richieste di archiviazione respinte dal Gip. Secondo i dati diffusi dall’Associazione esposti all’amianto (Aea) la Procura di Gorizia ha dichiarato di aver aperto circa 600 fascicoli d’indagine; solo per circa una decina di decessi é stata avanzata la richiesta di rinvio a giudizio per il reato di omicidio colposo. In tutti i casi il Gip ha disposto la restituzione degli atti alla Procura per un supplemento di indagine o per la riunione dei fascicoli per il reato di omicidio colposo plurimo. E’ pendente un procedimento per lesioni colpose relativo a 13 casi di lavoratori affetti da patologie asbesto-correlate; per altri, la richiesta di archiviazione è stata respinta dal Gip.
da: http://www.triesteoggi.tv/index.asp?con=4&id=1052

una buona notizia?




Altra notizia è il pellegrinaggio – così lo chiamano – dell’associazione (sic!) Stay Behind fatta ieri a Porzûs con tanto di partecipazione – oltre che dei vari predaz – del presidente della provincia di Udin già fondatore di Radio ONde Furlane  Fontanini e saluto (romano?) di Koᛋᛋiga. Dulcis in fundo: rancio alpino… evviva gli alpini che ci aiutano nelle calamità ci difendono dai sovversivi comunisti, dalle scovazze, dagli zingari e dagli extracomunitari e in più ci riempiono la pancia di sbobba e vinazza…

4 thoughts on “AMIANTO: IL PG DI TRIESTE VUOLE INDAGARE SULLA MORTE DEGLI OPERAI GORIZIANI

  1. stay behind è quello che un ghei dice all’altro nell’accoppiamento

Comments are closed.