Monfalcone, Cantieri e revisionismo. Dalla coscienza di classe all’identità locale

pubblicato sul blog degli storici del Friuli Orientale: La Storia Le Storie

Monfalcone è la città dei cantieri navali, non è certo una novità. Dal 2008 – anno del centenario della fondazione degli stabilimenti – in poi si sono infittite le iniziative storico culturali volte ad approfondire le vicende che legano la grande fabbrica alla piccola città. Nell’ultimo periodo abbiamo visto uno stillicidio di questo genere di proposte che sono piovute fitte come grandine estiva e come questo tipo di fenomeno metereologico portando poco ristoro e talvolta facendo danni.

Ultimamente tutto ciò che riguarda la cantieristica tende a escludere la classe operaia. Questa la costante.

Continue reading

Non solo tubone: Monfalcone come Springfield?

 

Leggo (la notizia la si trova in diversi siti vedi ad esempio: qui qui qui qui qui) in ritardo e devo dire anche con una certa preoccupazione – soprattutto dopa la piega del nuovo governo e del governatore regioanale Rotondo, l’idea dei croati di dotarsi pure loro di energia atomica, ma soprattutto delle disavventure della vicina (150 km da qui…) centrale di Krsko – che in un recente studio di fattibilità fatto provocatoriamente da uno studioso del CNR su commissione di un gerarca della sinistra extraparlamentare verde tra le 15 località in cui ci sono le condizioni ambientali per una eventuale centrale nucleare c’è pure Monfalcone…

Primo pensiero: bestemmia

Secondo pensiero: ma non ci bastano cantiere, centrale a carbone, elettrodotto Redipuglia-Udine, eventuali TAV & rigassificatori/e, e varie altre…

Terzo pensiero: altra bestemmia

Quinto pensiero: parolacce

Ipotesi realista: diventerò così: