In provincia di Udine, la prima gara di tiro del fallo

Il proprietario di un sexy-shop s’inventa “il primo torneo internazionale di lancio del vibratore”
Una gara di tiro del fallo, aperta a entrambi i sessi. Idea balzana, bislacca, pazzerella, in linea però con il personaggio. Giampietro Cappellazzi, titolare dello Sexy Shop “Le Tentazioni” di San Giorgio di Nogaro, ha inventato “il primo torneo internazionale di lancio del vibratore” in programma il 19, il 20 e il 21 agosto dalle 18 alle 24 al Parco Canciani (sotto il cavalcavia).

Peccato (o fortuna) che un rigurgito di pudore abbia indotto l’ideatore a mettere da parte il titolo originario della competizione, “Tire le bighe” in pura marilenghe, pur lasciando immutato tutto il resto. A cominciare dall’attrezzo: un “membro” da tre chilogrammi, alto 45 centimetri con otto di diametro. Insomma, oltre le misure anatomiche normali quindi e, appunto per questo, maneggiarlo sarà per tutti un’esperienza indimenticabile. Afferrarlo con il palmo della mano, avvicinarlo all’orecchio, piegare il gomito, lieve torsione del busto e via. La tecnica, insomma, del lancio del peso.

 

fonte: http://liberoblog.libero.it/italia/bl1009.phtml

Orgasmatron

MEDICINA: USA, FUNZIONA AL 91% METODO CHE STIMOLA ORGASMO
 NEW YORK – Funzionerebbe al 91% il metodo del medico americano Stuart Meloy che provoca l’orgasmo nelle donne.

La scoperta, casuale, e’ derivata da un tentativo di dare sollievo a chi soffriva di dolori cronici. Gli elettrodi impiantati alla base della spina dorsale di una donna, una volta attivati, non solo hanno ridotto il dolore, ma le hanno provocato anche un orgasmo.

Immediatamente il dottor. Meloy ha rielaborato il progetto come terapia per le donne che hanno problemi a raggiungere il piacere sessuale.

”L’apparecchio e’ una rivisitazione di un altro congegno preesistente, lo stimolatore per la spina dorsale – ha spiegato Meloy – e adesso invece di trattare il dolore cronico, trattiamo le disfunzioni dell’orgasmo”.

Undici donne si sono offerte volontarie per la sperimentazione, facendosi inserire chirurgicamente un elettrodo alla base della spina dorsale, attivabile tramite telecomando. I risultati sono stati ‘da urlo’ per dieci di loro: ”Sei delle pazienti non avevano mai provato l’orgasmo prima – ha detto il medico – mentre le altre cinque ne avevano perso la capacita’. Abbiamo avuto un successo del 91 per cento”.

Una donna di 48 anni che ha partecipato allo studio ha raccontato la sua esperienza a un noto programma televisivo americano, dicendo che in seguito alla menopausa la sua capacita’ di provare piacere fra le lenzuola era scomparsa.

L”orgasmatron’, come e’ stato ribattezzato ispirandosi al ‘Barbarella’ di Roger Vadim con Jane Fonda, pero’ ha funzionato e quando e’ arrivato il momento di rimuoverlo alla fine della sperimentazione, ”e’ stato come perdere il mio migliore amico, e’ difficile separarsene”, ha detto la donna, che ha voluto rimanere anonima.

Se i test avranno successo, e il congegno sara’ approvato, con 17.000 dollari il piacere sara’ assicurato a vita.

 

[ansa: http://www.ansa.it/main/notizie/fdg/200411091757173957/200411091757173957.html]