“Il ferro per assassinare i tiranni, il vino per festeggiarne i funerali.” Gli anarchici a Monfalcone e il vino

sul blog Vino e storia

Anni ’70: anarchici monfalconesi e triestini. Da sinistra a destra: Umberto Tommasini (il noto anarchico friul-triestino), Mario Pacor (anarchico di Monfalcone – del rione Romana – già combattente in Spagna e attivo nelle contese anticlericali in cantiere nel secondo dopoguerra), Manuela Malaroda (figlia dell’anarchico esperantista monfalconese Vittorio), Giuseppe Usmiani (anarchico nativo di Pola, già protagonista nelle rivolte pro-Ferrer a Trieste nel 1909), Primo Vigna, fratello di Libero. — a Monfalcone.

Il vino è da sempre presente nella poetica rivoluzionaria. Con le botti (barrique) si costruivano le barricate perlomeno fino dalla Comune di Parigi nel 1872, le osterie sono sempre state luogo di incontro proletario, diffusione di idee sovversive e luogo di copertura soprattutto durante il fascismo. Lo stesso Bakunin, a quanto testimoniava Luigi Veronelli, beveva due fiaschi di vino al giorno. Non si discostano da questa tradizione gli anarchici di Monfalcone, la cui presenza si nota a partire dalla nascita del Cantiere Navale Triestino nel 1908.  Continue reading

ETILOMETRI MALEDETTI E ASSASSINI

Trovato con tasso alcolemico di 0,7, si suicida

Fermato a posto di blocco Cc, 22enne temeva rimproveri padre

(ANSA) – IMPERIA, 28 GIU – Fermato dai carabinieri e trovato con un tasso alcolemico di 0,7, un 22enne e’ dovuto tornare a piedi a casa sua e poco dopo si e’ ucciso. E’ successo all’alba a Imperia.Il giovane, che aveva fatto domanda per prestare servizio nei vigili del fuoco,come il padre,temeva i rimproveri del genitore.I carabinieri lo avevano rassicurato sul fatto che, dato il lieve superamento del limite, le conseguenze non sarebbero state gravi.Ma il giovane si e’ sparato alla testa poco dopo esser tornato a casa.
Liberonews

bilirubina is in my mind

dopo anni sono andato a donare il sangue o quel che ne resta oggi mi sono arrivate le risposte delle analisi… incredibilmente nonostante ogni mio terrorismo verso il mio cervello, il mio fegato, i miei polmoni e tutto il resto ho solo un valore sballato… ovviamente la bilirubina ma anche questa di poco… però sarà forse dovuto a questo il mio carattere bilioso appunto….
non so a cosa possa essere dovuto il mio essere palloso invece… mah…
per il resto solita vita. lavoro due palle, a casa solite cose bimbe più o meno insonni, fatto il preliminare del preliminare e credo di aver la stessa sensazione di quando si fa troppo petting (modo anglofono di dire preliminari in fin dei conti) senza eiaculare: mi duolono i coglioni…
in più pare arrivare la primavera e penso che odio gli sbalzi ormonali sia miei che altrui
propongo la castrazione chimica per tutti
io per ora sono talvolta vittima di fame chimica ma non è proprio la stessa cosa anche se in realtà aiuta
vorrei non ci fossero più le mezze stagioni sul serio: o inverno o estate
basta! no stati intermedi, no tepore primaverile o colori autunnali.
e vonde
sarò manicheo o manicone non so… tant’è talvolta la penso così…

IL GOVERNO OMBRA

Bisogna essere alcolizzati per avere l’idea patetica che un governo cosidetto “ombra” (evidentemente da come in veneto vengono chiamati i bicchieri di vino) possa in qualche modo condizionare il governo parafascista del Berluska che ha la maggioranza assoluta in tutte e due le camere…

La realtà…

La realtà è solo un effetto prodotto dalla mancanza di alcool.  Jack Nicholson

“Comunque, alla fine, quello del bevitore è un comportamento coerente con la vita. Non prendi mai niente troppo sul serio e metti un filtro di cinismo e relativismo di fronte al pesante scherzo dell’esistenza umana: la consapevolezza della morte e della sua inevitabilità. Un mondo senza risacca sarebbe ancora peggio di questo.”

da Juan Bas Trattato sui postumi della sbronza – Le ore dell’inutile pentimento, Castelvecchi,  Roma, 2004, pag. 181-182.

IL BATTESIMO DI MIRA

Oggi ho battezzato Mira. Non nel senso superstizioso cattolico apostolico romano o cristiano in generale.

Mentre finivo il pranzo stavo tenendo Mira in braccio perché aveva male al pancino e nel frattempo sorseggiavo vino rosso se non che Mira si agita e io scuotendo il bicchiere l’ho battezzata appunto con del vino…

Lo spirito di vino le è stato imposto in ogni caso anche se un po’ e anche per colpa/merito suo se questo è avvenuto.

Il dio Bacco sarà sempre con lei.

 

PS: nei prossimi giorni voglio tentare di cagare come fa Mira. Disteso a pancia in alto dimenando le gambe. Lei apprezza molto: ride ogni volta che ha finito di produrre la splendida e liquefa merda.

DEL VINO MOLTO COSTOSO…

Oggi dopo una riunione di lavoro piuttosto tesa cosa di meglio che andarsi a bere un po’ di vino in una delle splendide bettole triestine  – quelle piene di vecchi e vin furlan per intenderci – per rigenerare l’animo?
Mi guida Enzo – non mio papà… ma un amico che pur non essendo triestino ormai sono talmente tanti anni che ci abita che ha preso usi e costumi locali – in un ambiente che conosce lui. Arriviamo in zona Roiano e vedo delle auto parcheggiate sul marciapiede.

Dico: “Io però non sono ancora così triestinizzato da fare parcheggi così!”
Lui mi fa: “Volevo proprio dirti di parcheggiare lì! Sta tranquillo io abitavo in zona e passano assai di rado i vigili. L’osteria poi è dietro l’angolo…”

L’osteria in effetti è a 10 metri di numero…
Ci prendiamo 1/2 litro di refosco e iniziamo a chiacchierare.
Dopo un po’ l’oste fa: “Xe i vigili che i gà pittura tutte le auto in sosta!” (o qualcosa di simile… non sono ancora triestinizzato appunto…)
Dio cane esco e gli sbirracci mi avevano appena “pitturato” l’auto.
2.40 + 71 € per mezzo litro di refosco: avessimo ordinato borgogna o champagne l’avremmo pagato di meno…
Grazie ai consigli di Enzo e all’amministrazione comunale di Trst che per pagare la pavimentazione di piazza Unità che è saltata per aria fa pagare ai poveri parcheggiatori in sosta…
oltretutto in un paese civile i vigili prima di dare le multe passano nei bar a chiedere se qualcuno ha l’auto in divieto…

Tra le altre cose oggi compie gli anni Fuma… Auguri Fuma! Attento ai vigili quando vai a bere a Roiano se ti dovesse capitare… ipotesi del resto piuttosto remota. Il vino comunque non era niente male anche se è risultato salato…