Fernandèz Frank, “Cuba libertaria”

Edito da ZIC, Milano, 2003, 184 p.

La teoria e la pratica anarchica sono stati fondamentali elementi di riferimento dei movimenti rivoluzionari e sociali cubani dall’ottocento fin oltre la metà del ventesimo secolo, dalla lotta contro il colonialismo spagnolo alla pesante ingerenza nordamericana. Più tardi, gli anarchici presero parte alla resistenza militante contro le dittature susseguitesi nel paese, da Machado a Batista, pagando un pesante tributo di sangue. La conquista del potere da parte di Fidel Castro e l’affermazione della sua concezione autoritaria del socialismo, li ha visti fermi oppositori in nome di un socialismo che è libertario o non è. Questo libro narra la loro storia.

Continue reading